Lo sapevi che il caldo estivo provoca cali di pressione? Il motivo è la diminuzione delle resistenze vascolari periferiche e dall’ipovolemia, ovvero la riduzione della circolazione sanguigna legata alla sudorazione eccessiva alla perdita di liquidi. In apparenza questa potrebbe sembrare una buona notizia per chi soffre di ipertensione, ma la realtà dei fatti è che un eccessivo calo di pressione comporta spossatezza, nausea, gambe deboli e vertigini.

Per mantenere stabili i propri valori di pressione è consigliabile:

  • Non sospendere di propria iniziativa eventuali farmaci per l’ipertensione;  la pressione tende a diminuire a causa del caldo e per mantenere i valori di pressione entro la norma è bene sentire il proprio medico curante per adeguare la terapia alle variazioni estive
  • bagnarsi spesso con dell’acqua fresca le mani, i polsi, le caviglie, i piedi, il viso, le tempie e il collo
  • bere almeno due litri di acqua al giorno per reidratarsi e contrastare la perdita dei liquidi dovuti alla sudorazione
  • dormire con le gambe sollevate su un cuscino per riequilibrare la pressione, perché il caldo favorisce i ristagni di liquidi negli arti inferiori

Se sei soggetto ad ipotensione è consigliabile consumare regolarmente liquirizia per riportare i propri valori di pressione a norma, ma attenzione a non esagerare perché, così come il sale, anche la liquirizia rientra tra gli alimenti sconsigliati dal momento in cui se assunta in grandi quantità provoca ipertensione.

 

Il team di Amicomed ti augura buone vacanze, torniamo dopo ferragosto!